Belma Šarančić Nahodović, proprio lo scorso giugno ha terminato i suoi studi da dottorato alla Sarajevo Music Academy, nella classe del Professor Geir Draugsvoll,e dopo di quello è diventata la prima dottorata di arte per fisarmonica nei Balcani.
Il suo esame finale includeva la premiere balcana del concerto “…ad astra” da parte del compositore Lituano Anatolijus Senderovas. Ad accompagnarla in questa performance, ci fu la Sarajevo national philharmonic orchestra per una serata speciale tenutosi alla bellissima Hall of army.
Il concerto è stato preceduto da ulteriori tre concerti in un lasso di tempo della durata di un anno e mezzo comprendenti brani di S.Gubaidullina, Per Norgards, Steffan Mossenmarks e di Henrik Hellsenius.
Tutto il lavoro di cui sopra è stato accompagnato da una tesi di ricerca di più di cento pagine basata sul tema dell’influenza positiva della musica su problemi fisici e alla loro prevenzione.