Harriet Mackenzie al violino, Meg Hamilton alla viola, Milos Milivojevic alla fisarmonica.
è il Kosmos Ensemble! Dove la musica jazz è contaminata dalle sonorità Gypsy, dall’emotività della musica ebrea, dai tango, dalla musica araba, dall’improvvisazione turca e dalle melodie greche.
Facendo un largo uso dei loro personali arrangiamenti e ricorrendo a nuove composizioni, ecco che saltano all’occhio i segni distintivi delle loro creazioni.
I ragazzi del Kosmos Ensemble si sono esibiti nei festival più prestigiosi come il London’s Southbank Centre durante il Festival of Britain, alla Kings Place, durante la ‘Cutting Edge’ Series presso il London’s Institute of Contemporary Arts, Leeds International Concert Season, Oundel, Ryedale, Swaledale, Deal,  Galles e festival internazionali a Wimbledon.
Tra le loro esibizioni ricordiamo il live broadcasts della BBC Radio 3, la Classic FM e le performance televisive su una piattaforma galleggiante durante il Portello River Festival.
Spesso il  Kosmos ensemble collabora con artisti e compositore. Tra questi ricordiamo Robert Fokkens, Nadja-Gabriela Plein, Owen Bourne e Ben Oliver che hanno scritto e dedicati alcuni brani al gruppo.
Tra le collaborazioni più illustri ricordiamo quelle col violinista Robin Ireland (del Lindsay Quartet), con i percussionisti Guy Schalom e Vasilis Sarikis, con l’artista della corda Gisele Edwards, i ballerini di flamenco Natalia Huidobro-Garcia e Ulises Diaz, il trio contemporaneo ‘juice’.
Oltre a lavorare al Live Music Now! Scheme di Yehudi Menuhin, l’Ensemble Kosmos ha organizzato un tour per tutta la Gran Bretagna lavorando con bambini bisognosi, persone anziane, prigioni portando musica e gioia a tutti coloro che non potevano avere libero accesso all’arte.
Il Kosmos Enseble ha anche collaborato con le vittime di traffic umani e vittime di abusi, cooperando con la Helen Bamber Foundation.
Le storie popolari, riadattate per bambini, includono anche “Giraffes Can’t Dance “ di Andreae e Parker-Rees.