La sua prima e unica scelta musicale è a soli 7 anni. Naomi Sanchez inizia a studiare la fisarmonica prendendo lezioni private per poi ottenere il certificato di studi del Conservatorio di Sion. Oltre ai numerosi riconoscimenti ottenuti in vari concorsi, vince nel 2014 il primo premio con le congratulazioni da parte del Concorso di Fisarmonica Svizzera.

Affascinata dalla sua performance, la giuria riconosce subito la sua musicalità e sensibilità incoraggiandola a intraprendere questo mondo.

Naomi integra gli studi con Stéphane Chapuis presso la Scuola Superiore di Musica di Losanna. Una volta laureata esegue il Master in Educazione Musicale presso la Hochschule der Künste di Berna sotto la guida di Teodoro Anzellotti.

Nonostante la fisarmonica è la sua prima scelta, Naomi mostra grandi attitudini anche con altri strumenti, studiando pianoforte presso il Conservatorio di Neuchâtel e HEMU a Losanna, e violino, violoncello, trombone, sassofono e flicorno come autodidatta.

Attualmente segue corsi di direzione artistica al Conservatorio di Losanna, dando lezioni a giovani studenti, dirigendo un ensemble di fisarmoniche e co-dirigendo una piccola orchestra in cui è partecipe con il clarinetto.

Naomi si esibisce come solista o duo in un repertorio eclettico (Bach, Janacek, Derbenko, Angelis, Semyonov), spesso accompagnata dalla sorella violinista Ophelia Sanchez, e partecipa a progetti di ensemble con l’OSUL – Orchestra Sinfonica e Universitaria di Losanna e l’ensemble di strumenti a corde La Stravaganza.

Vincitrice nel 2017 del Concorso svizzero di Fisarmonica come solista e in duo con Valentin Claivoz, Naomi completa regolarmente la sua formazione al CNIMA Jacques Mornet con masterclass tenuti da grandi musicisti come Richard Galliano, Vincent Lhermet, Claudio Jacomucci, Christine Rossi, Myriam Lafargue, Frank Angélis, Xiao Qing Cao.