Paolo Vignani di Omegna (VB) E’ Professore ordinario di Fisarmonica presso il Conservatorio “G. Rossini” di Pesaro.
Si è diplomato in Pianoforte presso il Conservatorio “L. Marenzio” di Brescia e in Fisarmonica presso il Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze con il massimo dei voti e la lode sotto la guida dei Maestri Anita Porrini, Sergio Scappini ed Emanuele Spantaconi.
Suona in duo con il clarinettista Gabriele Oglina e nel “Quartetto SE.GO.VI.O.” con Salvatore Seminara (chitarra), Stefano Gori (flauto) e Gabriele Oglina (clarinetto), con i quali ha un’intensa attività concertistica in Italia e all’estero.
E’ direttore dell’Orchestra di Fisarmoniche Bellinzonese (CH), con la quale ha inciso due CD uno dei quali con la Radio Televisione della Svizzera Italiana.
Per venticinque anni è stato componente del “Quartetto di fisarmoniche Hans Brehme” con il quale, oltre ad aver fatto oltre 500 concerti nelle più importanti stagioni concertistiche, ha registrato per RAI 3, Mediaset (Rete 4), per RAI Radio3 Suite, per la Radio Svizzera Italiana e per la Televisione della Svizzera Italiana..
Sempre con il “Quartetto di Fisarmoniche Hans Brehme” ha inciso tre CD per la M.A.P. di Milano e un CD di musiche di Astor Piazzolla per la Radio della Svizzera Italiana edito dalla Dynamic.
Ha collaborato con vari compositori (Emanuela Ballio, Lorenzo Erra, Alberto Magagni, Roberta Silvestrini, Paolo Tortiglione) per la realizzazione di brani per quattro Fisarmoniche dedicati al “Quartetto di Fisarmoniche Hans Brehme”.
Queste composizioni inedite sono state registrate per la M.A.P. di Milano.
Ha suonato con l’orchestra dell’Opera Kirov di S. Pietroburgo e con l’orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova, con l’Orchestra 1813 del teatro di Como.
Ha eseguito opere inedite del compositore Israeliano Yuval Avital: “Mise in abime” registrato presso gli studi della Rai di Milano, “Leilit” e “Horror vacui”  eseguiti in prima assoluta presso il Teatro Palladium di Roma, OTOT Sinfonia per 3 fisarmoniche 5 percussioni e orchestra da camera eseguita in prima assoluta al teatro Comunale di Como.
Ha al suo attivo numerose pubblicazioni per Fisarmonica presso le case editrici Rugginenti, Berbèn, Eridania, Physa ed Ame-Lyss (CH).