Michele Bianco alza la coppa della 20ª edizione del prestigioso Premio della Val Tidone, un altro significativo riconoscimento che sottolinea il suo talento.

Importante la sua crescita musicale e strumentale sotto la guida del maestro Germano Scurti. 

I suoi primi posti tra le più importanti competizioni internazionali è il risultato appunto di un impegno pluriennale presso il conservatorio Tito Schipa di Lecce.

Grazie allo sviluppo di una sensibilità e di un gusto raffinato e completo, Michele è coinvolto sia nel concertismo classico sia in quello contemporaneo, offrendo un repertorio fisarmonicistico estremamente convincente.