E’stato un grande onore essere presente allo stimolante confronto intellettuale tra la grande compositrice Sofia Gubaidulina e l’’illustre musicista Elsbeth Moser.

Questo speciale momento d’incontro rappresenta la vita, l’emozione e i pensieri tradotti in musica. Attraverso le note, le due artiste esaltano questa incantevole arte, disegnando un’intensa espressione e un grande coinvolgimento spirituale.

Con la fisarmonicista Elseth Moser, la violinista Biba Skride, la violoncellista Harriet Krijgh e la Boston Symphony Orchestra diretta da Andris Nelsons, Gubaidulina ha presentato la premiere di Triple Concerto a Boston, elogiando uno straordinario mix fra violino, violoncello e fisarmonica.

Sofia Gudaidulina, considerata fra le più importanti compositrici al giorno d’oggi, offre ai musicisti una grande flessibilità e permette loro di esprimere la propria personalità. Ne scaturisce qualcosa di intenso, vitale e spesso mistico. Come ad esempio nel caso del suo Triple Concerto, dove le sue profonde relazioni musicali con gli esecutori sono una fonte costante di energia compositiva.

L’artista Elsbeth Moser, è stata una grande sostenitrice della musica di Gubaidulina, dedicandole da più di trent’anni anima e corpo. “Il suo entusiasmo raggiunge una ricchezza di sfumature e diversità a cui nessun altro riesce ad arrivare” Sofia Gubaidulina racconta di Elsbeth Moser.